• Categoria: CONFAL
  • Visite: 14

INCARICHI DSGA ECCO IL DECRETO

firma doc

ll ministro dell’istruzione e del merito, ha firmato ieri il decreto che definisce i criteri per l’attribuzione degli incarichi di sostituzione dei direttori dei servizi generali e amministrativi (DSGA) nelle scuole.
Il decreto giunge a seguito della Ipotesi di intesa, recentemente conclusa ,concernente l’aggiornamento e la proroga, nel prossimo anno scolastico, delle previsioni contrattuali integrative sulle assegnazioni provvisorie e sulle utilizzazioni: e infatti con il provvedimento ora emanato, che richiama l’Ipotesi, si accresce la platea dei potenziali incaricati.
Nuovi criteri
L' Ambito Territoriale, infatti, procederà con le sostituzioni seguendo tale modalità:
In primo luogo, l’incarico di DSGA verrà conferito ai funzionari inquadrati nel ruolo secondo il precedente ordinamento professionale che si trovano in situazione di esubero;
Successivamente, l’incarico ad interim verrà offerto ai funzionari privi di incarico di DSGA in servizio presso la stessa istituzione scolastica (art. 57 comma 3 lett. a) ovvero ad altro funzionario titolare di incarico di DSGA (art. 57 comma 3 lett. b), seguendo i criteri stabiliti in sede di confronto (ai sensi dell’articolo 30, comma 9, lettera a) del CCNL 2019/2021);
In terzo luogo, verrà considerato il personale inserito nella procedura valutativa per la progressione all’area dei Funzionari e dell’Elevata Qualificazione, in base alla posizione nella graduatoria di merito e per la durata della stessa.
Se non disponibili, l’incarico sarà conferito ad assistenti amministrativi di ruolo con laurea magistrale e almeno cinque anni di esperienza nell’Area degli Assistenti o equivalente, oppure con diploma di scuola secondaria di secondo grado e almeno dieci anni di esperienza nell’Area degli Assistenti o equivalente.
Qualora non si trovino candidati idonei nelle categorie precedenti, si procederà con l’assegnazione ad altro personale di ruolo inquadrato nell’area degli assistenti amministrativi, con priorità per il personale in possesso della seconda posizione economica, seguito da chi possiede la prima posizione economica.
Infine, si considereranno i candidati risultati idonei nella procedura valutativa di altre regioni, graduati secondo il punteggio della loro graduatoria di merito.
In particolare, per quanto riguarda i criteri per gli incarichi da assegnare ai sensi del punto 2 (ossia gli incarichi che potranno essere offerti ai funzionari privi di incarico o ad altro funzionario titolari di incarico di DSGA), all’esito del confronto sono stati individuati i seguenti:
svolgimento dell’incarico ad interim di DSGA nell’istituzione scolastica nell’anno scolastico più recente;
titolarità di incarico di DSGA nell’istituzione scolastica nell’anno più recente;
Maggiore anzianità di servizio nell’area dei Funzionari e dell’Elevata Qualificazione e/o nel precedente sistema di classificazione;
titolarità in istituzione scolastica dello stesso ciclo o, in relazione al II ciclo, dello stesso ordine e tipologia della scuola richiesta per il maggior numero di anni;
vicinorietà tra l’istituzione scolastica da assegnare e la sede dell’incarico di titolarità;
maggiore anzianità anagrafica.

Decreto